festa dei nonni
FAMIGLIA,  GENITORI,  MAMMA,  MAMMA,  NONNI

FESTA DEI NONNI

LE ORIGINI DELLA FESTA DEI NONNI

La festa dei nonni è stata creata negli Stati Uniti nel 1978 durante la presidenza di Jimmy Carter su proposta di Marian McQuade, una casalinga della Virginia Occidentale, madre di quindici figli e nonna di quaranta nipoti.

La McQuade incominciò a promuovere l’idea di una giornata nazionale dedicata ai nonni nel 1970, lavorando con gli anziani già dal 1956.

Riteneva, infatti, come obiettivo fondamentale per l’educazione delle giovani generazioni, la relazione con i loro nonni.

IN ITALIA, LA FESTA DEI NONNI

Il parlamento ha istituito con la legge 159 del 31 luglio 2005, dall’Art. 1 Legge 31 luglio 2005, n.159 “Istituzione della Festa nazionale dei nonni” pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.187 del 12 agosto 2005.

Nel calendario liturgico cattolico il 2 ottobre è la festa degli angeli custodi.

Il Parlamento scelse questa data per sottolineare l’importanza del ruolo dei nonni in famiglia e nella società.

Il fiore ufficiale della festa è il nontiscordardimé.

Il suo nome scientifico è myosotis, una parola greca che significa “orecchie di topo”, dalla forma della foglia.

NONNI

Quando da madre ci si trasforma in nonna, tutti i NO, diventano SI

(provate ad immaginare il mio caso, una madre che non mi ha mai detto di NO, ora è nonna…)

Sono preziosi, perché sono testimoni del passato, insegnano con passione e pazienza le loro esperienze di vita.

Con la dolcezza e le premure dei nonni, affrontiamo meglio l’assenza di mamma o papa’.

Si improvvisano psicologi di adolescenti irrequieti o con paghette magre.

Nessuno si sente solo a casa dei nonni.

Sono anche molto attivi, fanno da autisti per accompagnare i piccoli a scuola o a fare sport.

Si tengono aggiornati sulle innovazioni.

I nonni cucinano, lavano ed aiutano economicamente sia figli che nipoti.

Se poi sono in pensione e godono di buona salute diventano elementi preziosi.

Sono loro a tenere i nipoti quando i genitori vanno al lavoro.

I nipoti passano molto più tempo insieme ai nonni, rispetto ai genitori, ed è inevitabile l’imprinting di valori e regole, da parte dei nonni.

I nonni, elargiscono consigli e sono presenze vigili e pronte ad opporsi ad ogni ingiustizia che i nipoti affrontano.

Possono verificarsi tensioni intorno all’educazione dei piccoli, tra le diverse famiglie.

Bisogna che nonni e genitori siano sintonizzati sulla stessa lunghezza d’onda, se si vuole raggiungere un buon risultato.

Un vecchio proverbio recita:

I genitori hanno il dovere di educare, i nonni hanno il permesso di viziare

Un tempo essere nonni era semplice, oggi è piacevole, ma molto faticoso, perché per colmare il vuoto del genitore assente per lavoro o per qualsiasi altra motivazione, la nonna è una madre alla quale viene offerta una seconda possibilità.

NONNE ALLA PARI

I Senior di oggi in Europa, riscuotono più successo rispetto alle giovani baby sitter.

Sentirsi utili per invecchiare bene.

Michalea Hansen, di questa tendenza ha fondando nel 2010 ad Amburgo l’agenzia Granny Au Pair

(Nonne alla pari), che ha già collocato oltre 1.000 donne in più di 50 Paesi.

Per diventare una nonna alla pari, o per cercarne una, occorre rivolgersi a un’agenzia specializzata

(come eAupair.com o Granny Aupair).

Di solito sono previste una tariffa di iscrizione e una commissione finale.

Le nonne alla pari sono volontarie: non ricevono un compenso, ma la famiglia ospitante deve assicurarsi che abbiano un alloggio appropriato e pensione completa.

Si consiglia ai genitori di coprire anche i costi del viaggio, dei trasporti sul posto, dell’eventuale corso di lingua, dell’assicurazione privata (la Tessera sanitaria europea, comunque, assicura un pacchetto standard di servizi sanitari in tutti i Paesi Ue).

NONNI ALL’ESTERO

In Svezia se lasci il bambino ai nonni, questi verranno supportati dallo Stato con un vero e proprio stipendio.

Il progetto parte proprio da Stoccolma e Dalarna, con un numero di ben 1000 famiglie che potranno ricevere un vero e proprio stipendio di 700 euro + altri 100 euro se le nonne si occuperanno dei loro nipoti presso il loro domicilio.

In questo modo la mamma potrà rientrare a lavoro a tempo pieno beneficiando quindi di uno stipendio pieno, a differenza dell’Italia dove la mamma lavoratrice può prendersi dei mesi in più rispetto alla maternità obbligatoria, beneficiando della maternità facoltativa con stipendio percepito al 30%.

In Italia, sono i nonni il vero welfare

Molte famiglie non potrebbero vivere senza almeno uno di loro, per il sostegno pratico nella quotidianità o finanziario.

GRAZIE NONNI E NONNE

Una madre diventa davvero una nonna il giorno in cui smette di notare le cose terribili che i propri figli fanno perché è troppo incantata da quelle meravigliose che fanno i nipoti

Lois Wyse

I nonni ti vedono crescere, sapendo che ti lasceranno prima degli altri.

Forse è per questo che ti amano più di tutti.

Michela Turzi

Caffè foto creata da freepik – it.freepik.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *