smart working
AGEVOLAZIONI,  NOTIZIE

Riapertura scuole – congedi straordinari per genitori con figli sotto i 14 anni

Manca davvero poco alla riapertura delle scuole e nel marasma generale, bisognerà anche affrontare l’annosa questione della gestione scolastica, chi li porterà a scuola? chi li andrà a prendere? in un’ottica di ingressi ed uscite scaglionate questo sarà un problema da affrontare, per non parlare di tutta la questione legata alla possibile positività al COVID-19 di qualche alunno…

RIAPERTURA SCUOLE

come faranno i genitori a gestire il proprio bambino in attesa di un possibile tampone, chi resterà a casa? verranno messi anche loro in isolamento preventivo e quindi in malattia? e se così non fosse, come potrebbero stare con i loro bambini senza perdere soldi o addirittura rischiare il posto di lavoro?

NUOVO DECRETO MINISTERIALE

il nuovo decreto approvato da poche ore cerca di far chiarezza in un vortice di confusione e perplessità, il commissario straordinario all’emergenza Domenico Arcuri ha specificato il genitore obbligato a restare a casa per accudire il figlio non dovrà perdere nemmeno un euro, una delle misure approvate sarà la possibilità di lavorare in Smart Working o concedi speciali per quei genitori che hanno figli al di sotto dei 14 anni in stato di quarantena.

Certo questo pone alcuni quesiti…. se il bambino o bambina è in stato di quarantena per possibile positività al COVID-19 o ne è stata confermata l’infezione, a parte i problemi di salute che vanno al primo posto, è possibile che i genitori possano essere ritenuti liberi di andare a lavoro con il rischio di successivi contagi altrove? più sensato sarà l’obbligo anche per loro di restare a casa cautelativamente “in stato di malattia” questo andrebbe a complicare la gestione delle varie aziende che potrebbero di colpo ritrovarsi con una serie di persone assenti dal lavoro anche in contemporanea, e quanta malattia si potrà fare??

Attendiamo dettagli maggiori in merito a quanto approvato in cdm.

Vi terremo informati!

Foto di StockSnap da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *